interni

La Casa di Vetro

Office design per un alloggio popolare sperimentale, luce naturale e flessibilità protagoniste dell'ambiente domestico.

Adattabilità, movimento, flessibilità, coesistenza: a seconda delle necessità le tende possono essere spostate e “mettere in scena” la quotidianità con diversi gradi di riservatezza.

L’IDEA DA UN WORKSHOP | L’idea di questo progetto è nata nel 2016 dalla collaborazione tra la Domus Academy di Milano, attraverso la figura dell’Arch. Gianandrea Barreca, docente al Master in Urban Vision and Architectural Design e socio con Giovanni La Varra dello studio di architettura Barreca & La Varra di Milano e MM Spa. L’obiettivo del workshop “Design of Spaces II” che ha coinvolto studenti internazionali era la riconfigurazione del layout di un appartamento di edilizia popolare attraverso elementi solitamente impiegati nell’office design. I progetti degli studenti hanno avuto esiti molto positivi e fantasiosi, e hanno sottolineato diverse migliorie: la creazione di ambienti più spaziosi grazie al minor spessore degli elementi vetrati rispetto ai tramezzi tradizionali, la possibilità di traguardare ogni ambiente della casa e di far filtrare la luce naturale all’interno, e di ampliare e ridurre gli spazi, collegarli e separarli a seconda di necessità e stati d’animo. Questo ha spinto il team a cercare di concretizzare gli spunti progettuali raccolti in un alloggio popolare di Milano.

IL PROGETTO | Il layout dell’appartamento, un trilocale di 80 mq posto al settimo piano di un immobile gestito da MM Spa in via delle Forze Armate 181 a Milano, è rimasto invariato, ma il progetto ha previsto la rimozione quasi totale dei muri interni esistenti e la loro sostituzione con pareti vetrate trasparenti, opacizzate tramite elementi oscuranti di diverse tipologie.

LA RISTRUTTURAZIONE DEL PATRIMONIO ESISTENTE: UN TEMA URGENTE | Il tema della ristrutturazione del patrimonio esistente, di edilizia popolare e non solo, è molto stringente, e ancora oggi non sufficientemente affrontato: esso è in massima parte costituito da unità abitative inefficienti e non razionali, con finestre medio-piccole e spazi non equilibrati tra zona giorno e zona notte, poco flessibili e in generale non più adeguati alle esigenze contemporanee. La ricerca della luce al di là dell’esposizione della casa, la necessità di avere grandi spazi continui con soluzioni openspace ma al tempo stesso da poter parcellizzare, e soprattutto l’avere, nella continuità di utilizzo determinata da una maggior permanenza in casa, profondità di visione, mutevolezza del paesaggio, cromie, luci e ombre cangianti e controllabili a piacimento: queste sono divenute necessità non più rimandabili.

LA LUCE NATURALE PROTAGONISTA | Adattabilità, movimento, flessibilità, coesistenza: la casa diviene uno scenario quasi teatrale per la vita che vi si svolge, e a seconda delle necessità le tende, come quinte e sipari, possono essere spostate, aperte o chiuse per “mettere in scena” la quotidianità con diversi gradi di riservatezza, e far dialogare a piacere i luoghi. La luce diviene così la vera protagonista in ogni ambiente della casa, una risorsa fondamentale per il benessere degli spazi interni, non sempre abbondante negli alloggi di città.

I PROTAGONISTI DEL PROGETTO | Oltre alle aziende LAS Mobili srl e BANDALUX Italia srl, già protagoniste del workshop della Domus Academy e fornitrici delle pareti vetrate e degli elementi oscuranti, hanno collaborato alla realizzazione del progetto lo studio di architettura Barreca & La Varra di Milano per la redazione del progetto architettonico e l’attività di direzione artistica, l’impresa EDIL PIETRO srl per la realizzazione dei lavori edili, l’impresa Erregi per la realizzazione degli impianti tecnologici (elettrici, idraulici e di riscaldamento), l’azienda Cromology Italia spa per la fornitura delle tinteggiature MaxMeyer, l’azienda MIRAGE GRANITO CERAMICO spa per la fornitura dei rivestimenti interni, EGOARREDAMENTI per la fornitura di una cucina Aster, HI LITE Next srl per la fornitura dei corpi illuminanti. Lo studio BCUBE PROGETTAZIONE SRL di Milano è stato consulente nella progettazione strutturale, e CAREMI arredamenti & contract ha fornito gli arredi della zona giorno e della zona notte.

La Casa di Vetro